L'ERRONEA PERCEZIONE DI PRESCRIZIONI SULLE DISTANZE LEGALI CONTENUTE IN STRUMENTI URBANISTICI LOCALI NON È QUALIFICABILE COME VIZIO REVOCATORIO

Le prescrizioni in tema di distanze tra costruzioni contenute negli strumenti urbanistici locali hanno valore di norme giuridiche, sicchè l'erronea percezione del contenuto di documenti che le riproducono costituisce errore di diritto, inqualificabile come vizio revocatorio ex art. 395 c.p.c., n. 4. [...]

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.