PER IMPUGNARE IL TITOLO EDILIZIO AL PROPRIETARIO CONFINANTE NON BASTA LA VICINITAS: VA PROVATA ANCHE LA PRESENZA DI UNA LESIONE CONCRETA ED ATTUALE

La vicinitas può fondare la legittimazione ad agire, ma va poi accompagnata dalla presenza di una lesione concreta ed attuale della posizione soggettiva di chi impugna il titolo edilizio. In altri termini, lo stabile collegamento con l’area interessata dalle opere edilizie non è sufficiente a comprovare anche l’interesse ad agire che è invece deriv [...]

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.