IL COMUNE NON HA L'OBBLIGO DI PRONUNCIARSI SU OGNI RICHIESTA PRIVATA DI AVVIO DI SPECIFICHE PROCEDURE DI VARIANTE AL PRG, PROPOSTA A FINI EDIFICATORI

L’amministrazione comunale non ha nessun obbligo di avviare un procedimento di variante urbanistica su istanza del privato, la cui posizione giuridica non è meritevole di tutela perché assume la consistenza di una semplice e generica aspettativa destinata ad essere sottoposta alla natura ampiamente discrezionale del potere pubblico di pianificazion [...]

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.