GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NON POSSONO ALTERARE LA VOLUMETRIA COMPLESSIVA DEGLI EDIFICI E MODIFICARE LE DESTINAZIONI DI USO

Se costituisce "manutenzione straordinaria" anche la realizzazione di opere e modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, ciò deve pur sempre avvenire senza alterare la volumetria complessiva degli edifici e modificare le destina [...]

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.