AI FINI DELLA MOTIVAZIONE DEL DINIEGO DI SANATORIA DI OPERE IN ZONE VINCOLATE È SUFFICIENTE L'INDICAZIONE DELLE RAGIONI A FONDAMENTO DELLA VALUTAZIONE DI INCOMPATIBILITÀ DELL'INTERVENTO

Il diniego di sanatoria di opere edili realizzate in zone vincolate è da ritenersi sufficientemente motivato con l'indicazione delle ragioni assunte a fondamento della valutazione di incompatibilità dell'intervento con le esigenze di tutela poste a base del relativo vincolo, sicché anche una motivazione scarna e sintetica, laddove riveli gli estrem [...]

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.