L’ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ SANA LE OPERE FORMALMENTE ABUSIVE, ESEGUITE SENZA TITOLO EDILIZIO, MA CONFORMI ALLA DISCIPLINA URBANISTICA

L’accertamento di conformità previsto dall’art. 37 comma 4 d.P.R. n. 380 del 2001 è diretto a sanare - a regime - le opere solo “formalmente” abusive, in quanto eseguite senza titolo edilizio (D.I.A.), ma conformi nella sostanza alla disciplina urbanistica applicabile per l’area su cui sorgono, vigente sia al momento della loro realizzazione che al [...]

08/02/2020

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale
 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.


Copyright© Exeo Edizioni: consentita la riproduzione solo in virgolettato con citazione della fonte e link