IL DINIEGO DI CONDONO NON PUO' BASARSI SUL VINCOLO PAESAGGISTICO SENZA DIMOSTRARNE L'ANTERIORITA' RISPETTO ALL'ABUSO

E' illegittimo il diniego di condono se, pur adducendo la condizione ostativa dell'esistenza di un vincolo, dalla relativa motivazione non si evince la sussistenza delle condizioni ostative al condono, ossia, specificamente, l’anteriorità dei vincoli paesaggistico e idrogeologico rispetto all’esecuzione delle opere edilizie abusive. [...]

07/01/2020

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale
 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.


Copyright© Exeo Edizioni: consentita la riproduzione solo in virgolettato con citazione della fonte e link