LA PRECARIETÀ DI UN'OPERA COME TALE NON ASSOGGETTATA A TITOLO EDILIZIO VA APPREZZATA IN RELAZIONE ALLA SUA IDONEITÀ DI ARRECARE UN’UTILITÀ NEL TEMPO

La natura precaria dell’opera, come tale non assoggettata ad alcun titolo abilitativo, va apprezzata non con riferimento alla sua astratta rimovibilità, ma alla concreta idoneità della stessa ad arrecare un’utilità prolungata e perdurante nel tempo. [...]

27/03/2019

Iscriviti alla nostra newsletter editoriale
 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.


Copyright© Exeo Edizioni: consentita la riproduzione solo in virgolettato con citazione della fonte e link