Volumi

Testo:
  [Accesso riservato agli abbonati]

 Pagina  di 7   

UN TORRINO SCALE CHE SI ELEVA AL DI SOPRA DELLA LINEA DI GRONDA DI UN PREESISTENTE FABBRICATO NE DETERMINA UN AUMENTO DELLA VOLUMETRIA
18/03/2020
Un torrino scale, essendo una costruzione che si eleva al di sopra della linea di gronda di un preesistente fabbricato, implicandone la sopraelevazione, determina un aumento della volumetria precedente.


LA VALENZA VOLUMETRIA DELL'ELEMENTO AGGETTANTE DIPENDE DALLE SUE CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE E FUNZIONALI
15/01/2020
La valenza volumetrica o meno dell'elemento aggettante va vagliata in base alla sua consistenza strutturale e alla sua funzione. Tale canone valutativo generale può essere derogato soltanto a fronte di un'espressa contraria previsione regolamentare.


VOLUME TECNICO: IL MANUFATTO NON PUÒ ESSERE COMPUTATO VOLUMETRICAMENTE AI FINI DEL RISPETTO DEGLI INDICI DI FABBRICABILITÀ DI ZONA
18/11/2019
La natura di "volume tecnico" esclude che il manufatto possa essere computato volumetricamente ai fini del rispetto degli indici di fabbricabilità di zona. Essa, peraltro, non esclude la consistenza fisica dell'opera, la quale, anche in ragione delle particolari caratteristiche di pregio dell'area di insistenza, può determinarne un'alterazione con conseguente vulnus al vincolo di conservazione e di inalterabilità dei luoghi.


I VOLUMI TECNICI DEGLI EDIFICI SONO ESCLUSI DAL CALCOLO DELLA VOLUMETRIA SOLO SE NON ASSUMONO LE CARATTERISTICHE DI VANO UTILIZZABILE
12/11/2019
I volumi tecnici degli edifici sono esclusi dal calcolo della volumetria a condizione che non assumano le caratteristiche di vano suscettibile di essere utilizzato; ne consegue che nel caso in cui un intervento edilizio sia di altezza e volume tale da poter essere fruito, deve essere computato a ogni effetto, anche ai fini della cubatura autorizzabile.


UN VOLUME TECNICO PUÒ COMPRENDERE SOLO OPERE PRIVE DI AUTONOMIA FUNZIONALE ANCHE POTENZIALE
10/10/2019
Un locale può essere considerato come volume tecnico se comprende solo le opere prive di autonomia funzionale, anche solo potenziale.


NEL CALCOLO DELLA VOLUMETRIA ESISTENTE VA CONSIDERATA IN TOTO LA VOLUMETRIA DEL PIANO SEMINTERRATO E NON SOLAMENTE LA PARTE FUORI TERRA
26/09/2019
Nel calcolo della volumetria esistente è considerata in toto la volumetria del piano seminterrato e non solamente la parte fuori terra, poichè il volume dei fabbricati è determinato dalla somma dei prodotti delle superfici utili di ogni piano per le relative altezze lorde, misurate da pavimento a pavimento.


IL DIVIETO DI INCREMENTO DEI VOLUMI ESISTENTI IN AMBITO PAESAGGISTICO COMPRENDE OGNI CREAZIONE DI VOLUME, SIA TECNICO CHE NO
04/09/2019
Il divieto di incremento dei volumi esistenti, imposto ai fini di tutela del paesaggio, si riferisce a qualsiasi nuova edificazione comportante creazione di volume, senza che sia possibile distinguere tra volume tecnico e altro tipo di volume, sia esso interrato o meno.


NEI GIUDIZI PAESAGGISTICI È UTILE IL VOLUME PERCEPIBILE COME INGOMBRO ALLA VISUALE O COME INNOVAZIONE NON DILUIBILE NELL'INSIEME PAESISTICO
11/07/2019
Mentre nelle valutazioni di natura urbanistica attraverso il volume utile viene misurata la consistenza dei diritti edificatori (che sono consumati da alcune tipologie costruttive, ad esempio l'edificazione fuori terra, e non da altre, ad esempio la realizzazione di locali tecnici), nei giudizi paesaggistici è utile il volume percepibile come ingombro alla visuale o come innovazione non diluibile nell'insieme paesistico.


LA REALIZZAZIONE DI TAMPONATURE ESTERNE COMPORTA AUMENTO DI VOLUME
14/06/2019
Sono le tamponature esterne a realizzare in concreto i volumi di un edificio, rendendoli individuabili e calcolabili, con la conseguenza che la realizzazione di tali tamponature produce senz'altro effetti in termini di aumento di volume.


LA VOLUMETRIA ASSENTITA E NON IMPEGNATA IN SEDE DI ESECUZIONE DEI LAVORI NON È RIUTILIZZABILE
29/05/2019
La volumetria assentita e non impegnata in sede di esecuzione dei lavori non si tesaurizza nel patrimonio del soggetto abilitato tanto da costituire una provvista di diritti edificatori riutilizzabile in seguito.


L'IDENTIFICAZIONE DEI VOLUMI TECNICI DIPENDE DALLA LORO FUNZIONE PIU' CHE DALLE NORME DI PRG
27/05/2019
La natura di volume tecnico non dipende soltanto dal rispetto dei parametri volumetrici e di altezza previsti dalla normativa locale, ma anche e soprattutto dalla funzione cui in concreto l'opera è destinata.


LA NATURA DI VOLUME TECNICO NON SUSSISTE NEI VANI CHE PER DIMENSIONI E SCOPI NON SIANO COESSENZIALI IN MODO IMMEDIATO E DIRETTO ALL'OPERA PRINCIPALE
14/05/2019
a natura di volume tecnico non si riscontra nei confronti di quei vani che, per dimensioni e scopi, non siano coessenziali in modo immediato e diretto all'opera principale. Invero, è volume tecnico solo quello realizzato, comunque con consistenza volumetrica del tutto contenuta e senza possibili alternative, per finalità tecnico-funzionali dell'edificio (con riguardo a impianti elettrici, idraulici, termici o di ascensori), che non possano esser ubicati all'interno di questo e che siano del tutto privi di propria autonoma utilizzazione funzionale, anche potenziale.


POSSONO CONSIDERARSI VOLUMI TECNICI SOLO SEMPLICI INTERVENTI DI TRASFORMAZIONE SENZA GENERALE AUMENTO DI CARICO TERRITORIALE O DI IMPATTO VISIVO
13/05/2019
Per potersi parlare di volume tecnico deve trattarsi di impianti necessari per l'utilizzo dell'abitazione che non possono essere in alcun modo ubicati all'interno di questo come possono essere, in difetto di alternative, quelli connessi alla condotta idrica, termica e all'ascensore e simili, i quali si risolvono in semplici interventi di trasformazione senza generale aumento di carico territoriale o di impatto visivo.


IL DIVIETO DI INCREMENTO DEI VOLUMI ESISTENTI, IMPOSTO AI FINI DI TUTELA DEL PAESAGGIO, PRECLUDE LE NUOVE EDIFICAZIONI COMPORTANTI CREAZIONE DI VOLUME
10/05/2019
Il divieto di incremento dei volumi esistenti, imposto ai fini di tutela del paesaggio, preclude qualsiasi nuova edificazione comportante creazione di volume, senza che sia possibile distinguere tra volume tecnico ed altro tipo di volume. Al riguardo, mentre ai fini edilizi un nuovo volume può non essere considerato rilevante e non essere oggetto di computo fra le volumetrie assentibili, ai fini paesaggistici invece può assumere comunque una rilevanza e determinare una possibile alterazione dello stato dei luoghi.


LA NOZIONE DI VOLUME TECNICO PRESUPPONE UN RAPPORTO DI STRUMENTALITÀ OGGETTIVA DEL VOLUME REALIZZATO CON L'UTILIZZO DELL'IMMOBILE PRINCIPALE
03/04/2019
La nozione di volume tecnico, escluso dal calcolo della volumetria, presuppone un rapporto di strumentalità oggettiva del volume realizzato con l'utilizzo dell'immobile principale. Tale rapporto non deve risultare dalla destinazione soggettivamente conferita dal progettista o dal proprietario del bene e deve essere sempre facilmente rilevabile il rapporto di proporzionalità tra questi volumi e le esigenze effettivamente presenti.


 Pagina  di 7