Risarcimento del danno

 
Testo:
  [Accesso riservato agli abbonati]

  
 Pagina  di 7 

  SE IL PRIVATO NON HA SEGUITATO A SOLLECITARE L'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA IL DANNO RISARCIBILE DEVE ESSERE DIMINUITO
25/01/2010
Ai fini della esatta determinazione del danno deve tenersi conto del comportamento del privato che non abbia utilizzato quegli strumenti partecipativi e sollecitatorii che, secondo le indicazioni ricavabili dall'applicazione anche nei rapporti tra pubblica Amministrazione e privato dei classici cànoni privatistici di correttezza e buona fede reciproca, avrebbero quanto meno potuto limitare il danno subito.


  L'ANNULLAMENTO DELL'ATTO IN VIA DI AUTOTUTELA NON IMPEDISCE AL PRIVATO DI AGIRE PER IL RISARCIMENTO DEL DANNO
18/12/2009
I danni da lesione di interessi legittimi sono risarcibili non solo quando l'annullamento del provvedimento illegittimo intervenga in sede giurisdizionale, ma anche allorchè la rimozione dell'atto viziato sia disposta dalla stessa P.A., in via d'ufficio, in sede di autotutela.


  RESPONSABILITA' AQUILIANA DELLA PA: E' NECESSARIA LA COLPA DELL'AMMINISTRAZIONE
10/12/2009
Per ritenere integrata una fattispecie di responsabilità aquiliana della P.A. non è sufficiente la illegittimità del provvedimento o dell'inerzia amministrativa, essendo essenziale ad integrare la fattispecie il giudizio di imputabilità soggettiva, quantomeno a titolo di colpa dell'apparato amministrativo procedente.


  NON E' RISARCIBILE IL DANNO CHE IL PRIVATO CAGIONI A SE STESSO MEDIANTE SCELTE INCOMPABILI CON LA DISCIPLINA URBANISTICA
27/08/2009
Non è risarcibile, in quanto causalmente ascrivibile unicamente al privato, il danno determinato dalla decisione di ubicare un impianto in zona urbanisticamente incompatibile. Analogamente, i danni derivanti dall'annullamento di un'autorizzazione suscettibile di essere rimessa in discussione dalle competenti autorità sono ascrivibili alla stessa condotta del privato.


  IL CONSIGLIO DI STATO FA IL PUNTO IN MATERIA DI SPETTANZA DEL BENE DELLA VITA, DANNO DA RITARDO E COLPA DELLA P.A.
05/06/2009
Con l'importante decisione n. 13 del 03/12/2008 l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, traendo lo spunto da una complessa vicenda giudiziaria, affronta in maniera sinteticamente esaustiva alcuni degli snodi maggiormente problematici della recente giurisprudenza amministrativa, tra i quali spicca, in modo particolare, quello attinente al contrasto sulle possibili modalità di configurazione della colpa della P.A. quale elemento costitutivo della responsabilità della P.A. stessa.


  
 Pagina  di 7